Press
×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 1014
Thursday, 30 July 2015 15:24

IRAN, un nuovo mercato

Con l'accordo firmato il 14.07.2015 tra Iran e le c.d. "5+1" potenze mondiali (Stati Uniti, Russia, Francia, Cina, Gran Bretagna, cioè i cinque Paesi che hanno diritto di veto all'Onu più la Germania) lo scenario internazionale è radicalmente mutato.
Dopo oltre due anni di trattative diplomatiche grazie a questo importante accordo si ferma il programma nucleare della Repubblica Islamica. In cambio la comunità internazionale metterà fine alle sanzioni contro l'Iran decise da Stati Uniti, Unione europea e Nazioni Unite.
Si tratta di un'importante svolta che oltre ad avere un importante significato politico, avrà effetti dirompenti sull'economia globale.
Tale accordo infatti apre le frontiere ad un nuovo mercato, sin ad ora inesplorato, che necessita di ogni tipo di bene.
Lo Studio, grazie alla fitta rete di importanti rapporti e privilegiate relazioni che vanta, offre il proprio supporto alle aziende interessate ad investire in Iran, in particolare nella regione di Shiraz, ove gode di qualificati ed importanti contatti.

Newsletter

Sign up for ACLAW Newsletter to receive updatings on new legislation and case law

captcha 

Arbitrato societario: impugnazione del lodo per “errores in iudicando”

Commento a Cass. civ. Sez. Unite, Sent. 09-05-2016, n. 9285     La pronuncia in commento ha posto fine ad un contrasto in seno alla…

Strumenti finanziari ed obblighi informativi

La recente crisi finanziaria ha posto sempre più in luce un dato oltremodo allarmante: la pressoché totale assenza di cultura finanziaria del risparmiatore medio italiano.…

L'azione di responsabilità nelle società di capitali: profili comparatistici, l'esonero, le rinunce, i patti di manleva

L'azione di responsabilità nelle società di capitali è un tema quanto mai attuale, stante la profonda crisi economica non ancora conclusasi ed i tracolli sempre…

Practice Area

Franchising

The Firm has an extensive experience in this field, thanks to the consultancy rendered to leading Italian and foreign companies...

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedInRSS FeedPinterest